Fortnite è diventato anche un gioco da tavolo

Fortnite

Tra gli anni ’80 e ’90, il settore dei videogames appariva come una sorta di nicchia all’interno della quale erano circoscritti ragazzi e ragazze spesso poco considerati: i cosiddetti “nerd”, giovani ritenuti dai più perditempo, che gettavano il loro tempo per cose poco importanti. Oggi è tutto decisamente cambiato: un po’ perché i tempi attuali sono fortemente caratterizzati dalla tecnologia, e un po’ perché alcuni videogames sono riusciti a riabilitare l’intero settore anche agli occhi di molti scettici. Fra questi abbiamo numerosi titoli mainstream, capaci di far breccia anche nei cuori dei giocatori più occasionali. Basti pensare ai gioiellini di Rockstar Games, GTA V e Red Dead Redemption 2. O ancora a Fortnite.

Fortnite negli anni è emerso come una rota di fenomeno pop, tanto da riuscire a ispirare addirittura numerose personalità nel mondo. Fra questi, spesso si ricorda il calciatore Antoine Griezmann, che durante i campionati mondiali di Russia 2018 (vinti proprio dalla nazionale francese), esultò ad ogni goal mimando un balletto del celebre videogame. Il quale, adesso, può godere anche di un gioco da tavolo. Si tratta di una versione customizzata di Jenga, il famoso gioco con i mattoncini da sfilare fino a far crollare la torre, ma con alcune piccole differenze (ad esempio, all’interno vi è anche uno spinner, che aggiunge alcune modalità).

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*